Sito vintage

“Questo è il sito che mi sarebbe piaciuto trovare su internet per fare meglio il mio lavoro. E siccome non c’era, alla fine ho deciso di farlo io.”

Lo scrivevo all’inizio del 1999, quando misi online – in apprensione e sola soletta – il sito Il Mestiere di scrivere, dove cominciai a raccontare il mio lavoro di editor aziendale e a condividere indicazioni e consigli per chi faceva la mia stessa professione. Quelle poche pagine iniziali piacquero a tantissime persone, ben oltre i quattro gatti che immaginavo io, e il sito crebbe fino a ospitare oltre cento pagine, tutte dedicate alla scrittura professionale.

Col tempo il blog ha preso il sopravvento. Ora è lì che scrivo tutto quello che voglio rimanga a disposizione mia e degli altri, senza essere inghiottito dal flusso inesorabile dei social (che pure mi piacciono un sacco).

Il Mestiere di scrivere non è solo un pezzo della mia vita, ma è tuttora pieno di cose interessanti e utili (come tutti gli articoli che ho scritto per l’opera a dispense Scrivere, curata dalla Scuola Holden e uscita con Repubblica). È anche una testimonianza del web “com’era”, con la sua grafica di poche pretese: cose che saranno sempre più rare e che a un certo punto ci dispiacerà non avere conservato.

Ho deciso quindi di continuare a offrirlo così com’è, senza cambiare nulla. Puoi aprire le sue sezioni come faresti con un ripostiglio o la soffitta di casa, solo che qui tutto è conservato con cura, su scaffali ordinati. Prego, serviti pure.

vai al sito Il Mestiere di scrivere